Home

A te che cerchi la felicità, dimenticala. Non si trova. Non c’è. Non è cosa. Non è merce. E’ frutto. Coltivala. Dissoda il terreno, getta il seme, annaffia il germoglio, sostieni il fusto, cura le foglie. Accontentati della pianta e della sua ombra. Come d’incanto un giorno che non sai, la felicità penderà dai suoi rami.

 

Mi piace pensare che chi si rivolge allo psicologo sia in un momento della propria vita in cui non riesce più a prendersi cura di quel seme, perché non riesce più a vederne il motivo o perché troppo spaventato o troppo confuso o perché troppi pensieri si accavallano e si rincorrono.

Penso che quel seme sia dentro ad ognuno e lo psicologo possa rappresentare qualcuno in grado di affiancarci per capire insieme di cosa ha bisogno quel seme, come funziona, com’è cresciuto fino a quel momento e quali risorse mettere in atto affinché maturi ed evolva.

Il seme non rappresenta solo la felicità ma la salute e il benessere psicologico a cui ogni essere umano ha il diritto di aspirare e raggiungere.

Per questo mi occupo di:

  • disturbi d’ansia e di attacchi di panico
  • fobie
  • somatizzazioni
  • gestione dello stress
  • disturbi dell’umore
  • disturbi alimentari
  • disturbi ossessivo compulsivi
  • sostegno psicologico per familiari e pazienti oncologici
  • difficoltà relazionali ed affettive legate all’adolescenza e all’età adulta

Svolgo inoltre sostegno psicologico rivolto ad adulti e giovani adulti con disabilità intellettive che, finito il percorso scolastico si trovano ad affrontare con difficoltà relazioni sociali, amicali e lavorative al fine di imparare a gestire meglio le risorse emotive acquisite.

 

Annunci